Cascate di Jacob e La Grobelle

Scopri
  • Équipements
  • Cascate di Jacob e La Grobelle

Informazioni pratiche

Punto di partenza

Parking de l'école du grand pré
Rue des écoles
73000 Jacob-Bellecombette
Localizzi su una mappa

In auto: parcheggiare nel parcheggio della scuola elementare di Grand Pré.

In autobus: dal centro città di Chambéry, prendere la linea A (direzione Université Jacob) o la linea 1 (direzione Salins) e scendere alla fermata "Université Jacob". Maggiori informazioni su synchro.grandchambery.fr.
Alla fermata dell'autobus, girare a destra alla rotatoria e seguire rue du Corbelet, quindi girare a destra in rue des Écoles.

Telefono

04 79 33 42 47

Contatto

Contattaci

i Informazioni

Grand Chambéry Alpes Tourisme

web

Sito web

Condividi questo articolo:

Livello blu - moderato
2h15
5.9 km
Ad anello

Presentazione

Esci dalla città e immergiti in un boschetto di verde e di freschezza seguendo il piccolo e tumultuoso torrente Le Pontet, che scorre dalle cascate ai canyon, scavando giganteschi gradoni e vasche in cui le ninfe vengono a bagnarsi!

Il sentiero conduce presto al Nant du Pontet e il mormorio delle sue acque fa dimenticare la città vicina.

Si sente l'umidità delle gocce sollevate dalla corrente che rimbalza di roccia in cascata, si ferma in un gigantesco calderone prima di ripartire con foga all'assalto di un canyon.

Per permettere di ammirare tutte queste meraviglie, il sentiero segue il corso d'acqua, percorrendo gradini di legno, una passerella e un ponte di pietra, al riparo del sottobosco. Di tanto in tanto, emerge dal sottobosco per offrire una vista fino al Lac du Bourget.

Più avanti, il sentiero attraversa un paesaggio agricolo di campi e prati, punteggiato dalla fattoria Grobelle. Quando si torna in città, la statua de "l'eau-vive" alla fine del percorso ricorda che un allegro torrente scorre nelle vicinanze, in un luogo insospettabile.

Da vedere
- Le cascate di Jacob.
- Lungo il corso del torrente ci sono le marmitte dei giganti (profonde depressioni che nascono dall'erosione fluviale nella roccia calcarea), piccoli canyon (gole profonde dalle pareti verticali) e scale dei giganti (gradini rocciosi da cui scaturisce la cascata).
- Il municipio Jacob-Bellecombette e la statua "L'eau Vive" dello scultore Livio Benedetti.

Curiosità
Il Nant du Pontet inizia il suo corso a 750 m di quota nei contrafforti della Chartreuse, prima di gettarsi nell'Hyères a 6 km di altezza. Il tumulto del torrente è più spettacolare dopo un periodo di pioggia o dopo che la neve si è sciolta.
"Nant" è un termine regionale che designa un torrente. Lungo il Nant du Pontet, l'acqua ha scavato una serie di bacini e vasche. Nel XVIII° secolo, in una marmitta dei giganti situata 100 m a monte della prima cascata, faceva il bagno la bella Hortense Mancini, duchessa di Mazarin e nipote del Cardinale, accompagnata dalle sue dame di compagnia. Questa vasca è stata chiamata "Bain des Nymphes".

Colpito dalla bellezza del posto, George Sand ambientò una scena del romanzo "Mademoiselle La Quintinie" proprio qui.

Dal 1963 la "pietra blu" utilizzata per fabbricare il cemento naturale viene estratta dalle cave del Pontet a Montagnole e utilizzata alla Cimenterie Chiron della Revériaz a Chambéry. All'inizio veniva trasportata dai buoi e dai cavalli, ma dal 1912 la pietra viene caricata sui vagoni del treno a cremagliera. Nel 1924 una cestovia sostituì il treno prima dell'inaugurazione della metro di Montagnole nel 1963. Questo trenino elettrico viaggiava in un tunnel scavato nella pietra fra Montagnole e Bellecombette. La Cimenterie Chiron riacquistata nel 1980 dal Gruppo Vicat cessò l'attività nel 1995.

Topografia/passo passo

Partenza dal parcheggio della scuola di Grand Pré.

1/ Percorrere la rue des écoles e girare a sinistra.
Alla rotonda, proseguire dritto sulla strada asfaltata, poi andare a sinistra e seguire il "Sentier des cascades" lungo il torrente di Pontet.

2/ Dopo circa dieci minuti di cammino, all'altezza della barriera di legno, si può prendere la piccola passerella per andare ai piedi della cascata.
Poi tornate sui vostri passi e risalite il sentiero seguendo "Sentier des cascades, Boucle supérieure".
Mantenere la destra e seguire le indicazioni gialle.

3/ Girate a destra all'incrocio (rimanete sul sentiero più a destra) e camminate lungo le barriere.
Raggiungete la cascata, poi tornate sui vostri passi e prendete il sentiero ripido che sale sul lato destro fino alla scalinata.
In cima alla scalinata, girate a destra e attraversate il ponte.
Concedetevi una pausa sulla panchina ai piedi della cascata.

4/ Continuare sulla strada asfaltata.
Mantenere la destra e seguire le indicazioni gialle (sul grande muro di pietra a sinistra), quindi proseguire sulla strada che sale attraverso il complesso residenziale.

5/ Alla segnaletica gialla sulla sinistra, seguire il "Sentier des cascades", da cui si gode una bella vista sul lago di Bourget.
Il sentiero prosegue nel sottobosco.
All'incrocio, prendere il sentiero a sinistra (segnavia giallo) in leggera discesa e fermarsi davanti al pannello di lettura che racconta "l'avventura del cemento" in Giacobbe.

6/ Continuare la discesa nel sottobosco.
Mantenere la destra. Costeggiare il ruscello sulla sinistra, quindi svoltare a destra per imboccare il sentiero che sale (segnavia giallo).

7/ Alla fine del sottobosco, andare a destra e risalire il pendio lungo il sottobosco. Seguite le indicazioni gialle e scendete fino al borgo.

8/ Attraversare il ponte su Le Pontet e risalire la strada asfaltata.
Svoltate a destra e seguite la route de Bellecombette, poi attraversate la strada dipartimentale 912 e trovate il sentiero che sale a sinistra vicino alle case.

9/ Dopo i gradini di cemento (segnaletica gialla), scendere a destra sulla strada asfaltata per una decina di metri e seguire il sentiero Geais che sale a sinistra.
All'altezza delle ville, lasciate la strada a sinistra e prendete il sentiero a destra che costeggia i prati.

10/ Al cartello "La Basinière Alt 480 m" svoltare a sinistra verso il lago artificiale e Maisolée, quindi seguire il chemin des rossignols e la strada per la fattoria "Gaec Tochon".
Svoltate a sinistra sulla strada per 50 m e poi leggermente a destra sul sentiero che conduce alle case. Tornate sulla strada, scendete verso le scale che avete preso all'andata.

11/ Raggiungere la strada per Bellecombette.
Superare la fermata dell'autobus Muses Galantes e proseguire dritto.
Dalla fermata dell'autobus rimanere sulla strada asfaltata che attraversa il complesso residenziale e poi svoltare a sinistra di fronte alla residenza "Charlotte de Savoie" sulla strada in discesa.

13/ Per il ritorno, seguire le indicazioni e tagliare le curve attraverso i prati verso la città.

Apertura

Tutto l'anno.

Con riserva di condizioni atmosferiche favorevoli.

Itinerario

Gradiente positivo 222 m
Natura del terreno ciottoli
Terra
Rivestimento duro (catrame, cemento, pavimentazione)
Non adatto ai passeggini
Marcatura Segnaletica giallo
Riferimenti cartografici TOP 25 IGN - 3333 OT - Massif de la Chartreuse Nord
Animaux Animali domestici ammessi

Condizioni di accoglienza:
Si consiglia vivamente di tenere i cani al guinzaglio, soprattutto quando ci si avvicina a fattorie e si attraversano proprietà residenziali.

Informazioni aggiuntive

Servizio(i):

Animali ammessi

Multimedia

File:

Fiche détaillée de l'itinéraire © Grand Chambéry Alpes Tourisme
Tracé GPX les cascades et la Grobelle © Grand Chambéry Alpes Tourisme
CARTE-COLLECTION-RANDO

Modulo di contatto

Ti piacerà anche